venerdì 17 agosto 2012

RAGIONAMENTI A BORDO PISCINA


La Marta, l’Aurora e io a bordo piscina. Nomi di fantasia (a parte il mio) sennò quelle due mi tirano. Unte di crema e con i costumi arricciati contro gli odiosi segni bianchi.
L’Aurora tira fuori dalla borsa una bottiglia di plastica recante un liquido color cacchì.
- Ma che roba è?-
- Una tisana a base di tarassaco, cardo mariano e carciofo-
- Ed è buona?-
- Ovviamente no, ma io ci aggiungo un po’ di miele, del succo di limone  e migliora parecchio.-
- Hai provato a metterci la vodka?- gli dico seriosa
- Sei sempre la solita, io bevo la tisana per depurarmi..-
Questa frase mi ricorda tanto una pubblicità e quasi mi si chiude lo stomaco. Insisto sulla vodka:     - una bella Grey Goose ti depura anche i pensieri e mi pare proprio ciò che fa al caso tuo.-
- mi dovrei depurare il cervello? Ti riferisci al tipo che lavora al Brico?- fa l’Aurora preoccupata
- Si. - (E penso che solo lei riesce a rimorchiare in un posto come il Brico..)
- Ok lo so, probabilmente è un altro dei miei incontri sfigati, ma senza sfiga non sarei più io. Cosa dovrei fare secondo voi?-
- Fai cio che ti dice la testa: la ragione non sbaglia mai-  tuona sapiente la Marta.
- Sembrerebbe quasi un ragionamento serio Marta.. quando l’hai partorito?-
- No, l’ho letto su Donna Moderna-
(..)
- vabbè sarà solo il tempo a darti torto o ragione- ecco un’altra perla di saggezza della Marta  -e comunque se a te piace..-, aggiunge con una leggera smorfia delle sopracciglia
Domani sera l’Aurora ha invitato il tizio a cena de lei ed è in paranoia su cosa cucinare.
- Sabri ti prego dammi qualche idea!!  Insomma gli uomini vanno presi per la gola..-
e la Marta senza neanche voltarsi - Si certo: con entrambe le mani, poi si stringe ben bene fino a strozzarli. Poi si racconta che sono soffocati con un confetto.. -
Io: - credo che dovremmo smettere di pensare a cosa può piacere a lui, ma iniziare a dire: cosa mi va di mangiare domani sera? Prepari quello che ti va e se lui gradisce, bè allora lo amerai per sempre.-
- Sabri tu leggi troppo Baricco..-
Così discutiamo per un bel po’ su cosa preparare per cena al maschietto nuovo di zecca.
Sono emerse le seguenti considerazioni:
  1. preparare solo due piatti, sennò ti giochi tutto il pomeriggio ai fornelli e rischi di non avere il tempo per la ceretta
  2. piatti semplici, con ingredienti che lui (si spera) conosca: tipo melanzane, pomodori, cose così. Niente cibi esotici o abbinamenti troppo estrosi che potrebbero spaventare chi non è esattamente food intripped
  3. alla fine abbiamo votato per una pasta fatta come Dio comanda e un secondo di carne: dà l’idea di una donna solida, di sostanza.. i pesci lasciamoli fare, tanto lui ormai ha già abboccato :-P
  4. cosa bere. Vino. Stop. Estivo, magari un rosso non rosso, tipo una schiava, una pelaverga, una lacrima di Morro d’Alba: perfetti ma con questi nomi meglio evitare. Prenditi un Montecarlo rosso sei più tranquilla..
se qualche maschietto legge prima di domani sera potrebbe gentilmente dare all’Aurora qualche consiglio?
È a fin di bene.

1 commento:

  1. Poco aglio o quasi punto... non si sa mai...

    RispondiElimina